Pinze di saldatura

Azionamenti Distribuiti

azionamenti-per-pinze-di-saldatura-amk
Pinze di saldatura
Nel settore automobilistico, rispetto alle soluzioni pneumatiche, le pinze di saldatura con attuazione elettrica stanno diventando una realtà molto competitiva.
Grazie all’architettura decentralizzata AMK, Nimak GmbH è stata in grado di sviluppare pinze di saldatura compatte e indipendenti, collegabili in modo flessibile ai robot normalmente impiegati.
La possibilità di collocare gli azionamenti AMK AMKASMART iC direttamente a bordo della pinza di saldatura, permette di liberare spazio nei cabinet elettrici e di conseguenza all’interno delle celle di saldatura.
 
A differenza dei classici sistemi pneumatici, estremamente costosi e soggetti a perdite di fluidi, gli Attuatori Elettrici risolvono per loro natura progettuale entrambe le problematiche, oltre ad avere una maggiore efficienza energetica.
 
Inoltre, i Drive decentralizzati della Serie iC necessitano di un unico cavo di alimentazione proveniente dall’armadio centrale, riducendo così il cablaggio e installazione e i derivanti disturbi EMC tipici dell’alta tensione e dei campi magnetici generati dalla saldatura.
 
Il servo azionamento decentralizzato di AMK presenta alcune features studiate ad hoc per farlo integrare facilmente nell’architettura della macchina. Dispone di comunicazione CanOpen DS 402 con connettore speciale e grazie all’interpolatore interno è in grado di eseguire posizionamenti con rampe prestabilite.
 
Nelle pinze di saldatura, la forza applicata dipende dalla precisione nel controllo della velocità nel momento critico della fase di saldatura; quindi, quando i due elettrodi entrano in contatto con il materiale da saldare generando una notevole forza contraria al movimento, risulta fondamentale un controllo della velocità estremamente preciso.
Una soluzione è l’integrazione delle celle di carico ma con costi aggiuntivi notevoli.
L’azionamento AMK lavora in Torque mode senza bisogno di un controllo di forza esterno.
La forza di compressione deve essere mantenuta, anche in assenza di feedback, con estrema precisione in tutta la fase di saldatura; ad esempio le specifiche AUDI richiedono +/- 50N indipendentemente dal movimento della testa di saldatura.
Si devono considerare tutte le possibili applicazioni dalle teste più piccole a quelle di maggior peso con bracci di leva completamente diversi. Il team tecnico di AMK, a tale scopo, ha sviluppato degli algoritmi di controllo molto sofisticati per poter soddisfare queste richieste.
 
In definitiva, la precisione è il fattore determinante per la qualità di saldatura e per la durata degli utensili.
Quando il processo di saldatura inizia, l’acciaio passa allo stato plastico. Se la pinza interrompe il movimento vengono generate delle scintille dovute alla perdita di contatto degli elettrodi, per evitare questo si deve premere con forza e a bassa velocità per generare ulteriore pressione.
Grazie al sofisticato controllo di posizione dei moduli decentralizzati di AMK, è possibile l’avvicinamento rapido degli elettrodi fino al contatto col materiale per poi rallentare in modo controllato continuando a generare la necessaria forza di pressione; questo è stato possibile grazie alla collaborazione tra i vari reparti di NIMEK e AMK andando a inserire nei drive dei sistemi di posizionamento particolari, upgrade che non sarebbe stata possibili con altri azionamenti.
 
Per consentire una facile integrazione, i drive AMK supportano diversi feedback e altrettanti Bus di comunicazione. Inoltre, disponendo di ingressi e uscite digitali, si possono implementare funzioni di processo aggiuntive in modo semplice e rapido.
 
Gli azionamenti dispongono inoltre di controllo Safe Torque Off (STO) come standard, una funzione diventata indispensabile nelle applicazioni di nuova generazione.
 
La compattezza dei drive AMK, che include sia la parte di alimentazione, di potenza e di controllo in un unico alloggiamento, con grado di protezione IP65 e senza la necessità di impiegare cavi ibridi, sono i grandi plus rispetto a soluzioni simili.
 
Il bus di alimentazione generato potrà essere usato da altri driver AMK che saranno dimensionalmente più piccoli non avendo la parte di conversione dell’alimentazione.


Azionamento distribuito per pinza di saldatura - amk
  • azionamento-pinza-di-saldatura-amk
  • azionamento-pinza-di-saldatura-amk
  • azionamento-pinza-di-saldatura-amk
  • Dettaglio azionamento iC per pinza di saldatura NIMAK
  • Dettaglio azionamento iC per pinza di saldatura NIMAK
  • Dettaglio azionamento iC per pinza di saldatura NIMAK

Prodotti correlati

Azionamenti Distribuiti - iX / iC

iX / iC

Azionamenti Brushless Distribuiti

AMK

News

Soluzioni Ibride per l'Automazione - Architettura distribuita

Soluzioni Ibride per l'Automazione - Architettura distribuita

Da oggi si completa l’offerta AMK dedicata all’industria del packaging e di tutti i costruttori alla ricerca di soluzioni innovative atte alla semplificazione della progettazione di macchine.

La flessibilità e le alte prestazioni dei controllori AMK A4/A5/A6, disponibili a quadro o con pannello integrato, consentono di gestire applicazioni articolate e complesse combinando le tradizionali architetture da quadro KE/KW con le soluzioni distribuite iC/iDT/iX e la nuova serie di motori con azionamento integrato ihXT.

Un ulteriore passo verso il concetto di distribuzione dei dispositivi a bordo macchina, è stato realizzato grazie al nuovo controllore/PLC da campo della serie iSA. Questo nuovo controllore è in grado di comunicare attraverso una porta Ethercat slave con il controllore Master e a sua volta governare attraverso la porta Ethercat master un sottogruppo di azionamenti.

I dispositivi per architettura distribuita proposti da AMK, con grado di protezione IP65 ed elevato grado di resistenza ad urti e vibrazioni, si distinguono per la particolarità delle soluzioni adottate che consentono un’ampia possibilità di configurazioni.

Il modulo azionamento iC è unico nel suo genere; esso integra, in unico modulo, sia l’azionamento che l’alimentatore.

L’iC infatti si collega direttamente alla 400/460 VAC trifase e alimenta, attraverso un DC bus 560/720 VDC, gli azionamenti near by della serie iX e iDT5 fino a potenze di 5kVA continui.

I nuovi motori con azionamento integrato ihXT vanno a completare verso il basso la gamma di sistemi distribuiti coprendo la fascia di potenze tra i 150 e i 450W. 

La gamma di prodotti, così strutturata, consente al progettista di estremizzare il concetto di modularizzazione realizzando l’intero impianto in moduli indipendenti sia dal punto di vista elettrico che meccanico.

Alla già ampia gamma di motori HIGHTORQUE della serie DT e SPYNDASYN ad albero cavo della serie SKT, di recente è stata aggiunta una nuova famiglia di servomotori denominata Dynasyn Dynamic DD che si caratterizza per le straordinarie prestazioni dinamiche grazie ad un nuovo design che garantisce un momento di inerzia particolarmente ridotto.

 


 

pronto a saperne di più?
Lingua: IT - EN